Roberto Polillo. Swing, Bop & Free

Louis Armstrong, Juan-les-Pins (France) 1967

Louis Armstrong: “if you have to ask what jazz is, you’ll never know”

Con “Swing, Bop & Free” Roberto Polillo racconta il jazz degli anni ’60 e ricorda il padre Arrigo, il più famoso storico del jazz in Italia.

Composta di circa 100 immagini, tratta in parte dall’omonimo libro edito dalla Marco Polillo Editore, la mostra racconta quella che è considerata l’età dell’oro della musica Jazz, il periodo in cui erano ancora attivi sia coloro che avevano codificato il genere, come Louis Armstrong e Duke Ellington, sia coloro che l’avrebbero completamente rivoluzionato e stravolto, come Miles Davis, Charles Mingus e John Coltrane. Autore del testo introduttivo è Francesco Martinelli, Direttore del Centro Studi “Arrigo Polillo”, Sezione Ricerca della Fondazione Siena Jazz.

Abbey Lincoln, Milano 1964
Abbey Lincoln, Milano 1964
Miles Davis mimics a junkie sax player for Arrigo Polillo (in the background), Milano 1964
Miles Davis mimics a junkie sax player for Arrigo Polillo (in the background), Milano 1964
Louis Armstrong, Juan-les-Pins (France) 1967
Louis Armstrong, Juan-les-Pins (France) 1967
Milano, 1964
Milano, 1964
Milano 1964
Milano 1964
Jimmy Garrison, Juan-les-Pins (France) 1965
Jimmy Garrison, Juan-les-Pins (France) 1965
Gary Burton, Bologna (Italy) 1969
Gary Burton, Bologna (Italy) 1969

Duke Ellington (Milano, 1966)

Dizzy Gillespie, Milano 1967
Dizzy Gillespie, Milano 1967
Count Basie, Zurich 1972
Count Basie, Zurich 1972
Milano, 1965
Milano, 1965

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *