Playboy dice addio alla fotografia di nudo, l’archivio delle fotografie uccise con un punzone, la vita delle madri dei Foreign Fighters

copertina playboy

C’è chi dice addio alla fotografia di nudo per far crescere il business: Playboy, per esempio.
L’idea è partita osservando il sito web: dopo aver abbandonato il nudo del 2014, il sito Playboy.com è cresciuto del 400%, passando da 4 a 16 milioni di visitatori al mese.

C’è un archivio di fotografie americane della Grande Depressione “uccise” da un buco nero che le rende inutilizzabili. Roy Styker voleva ottenere il massimo dagli assignment dei suoi inviati. Per questo, quando i fotoreporter tornavano dai loro viaggi, se la foto non era abbastanza buona, non solo la scartava, ma la uccideva con un punzone.

La fotografa indiana Poulomi Basu, VII Photo, ha raccontato i foreign fighters che partono per la Siria fotografando la vita quotidiana, fatta di attesa, di tre delle loro madri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *