VII PHOTO: POULOMI BASU HA FOTOGRAFATO LA STORIA DI TRE MADRI DI FOREIGN FIGHTERS PARTITI DAL BELGIO PER RAGGIUNGERE LA SIRIA. STORIE DI PRESENZE, ASSENZE, STANZE VUOTE E CONVERSAZIONI INTERROTTE.

Poulomi Bas
Foto: Poulomi Bas, VII Photo

La fotografa indiana Poulomi Basu, dell’agenzia VII, ha ripreso la storia di tre madri che hanno visto i loro figli partire dal Belgio per arruolarsi in Siria. Sono più di 6500 i Foreign Fighters europei che hanno raggiungo la Siria negli ultimi cinque anni.

Quella raccontata da Poulomi Basu è la storia di genitori che, attraverso oggetti, ricordi, domande prive di risposta, conversazioni interrotte vie Skype cercano di mantenere un contatto con un figlio o una figlia partiti senza dare spiegazione.

“In alcuni casi, la loro separazione è geografica, i contatti con i figli sono sporadici e via internet” spiegano sul sito di VII “in tutti i casi, la vita di queste madri è pervasa da un dolore inesorabile per un figlio la cui sparizione è difficile da spiegare, capire o piangere”.

Questo il porfolio del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *